Windows 7 ha ancora 400 milioni di utenti

Windows 7 ha ancora 400 milioni di utenti

Il 14 gennaio 2020 Microsoft ha abbandonato definitivamente il supporto per Windows 7. Dopo oltre 10 anni di servizio, il sistema operativo chiuderà i battenti. In questa occasione, Microsoft consiglia agli utenti di modificare l’hardware invitandoli ad effettuare l’upgrade verso i prodotti del marchio, come il tablet Surface.


Il supporto a Windows 7 è terminato. Di conseguenza, il sistema operativo non beneficerà più di alcun aggiornamento, tranne in casi eccezionali, come nel caso di Windows XP. Al fine di rispondere alle preoccupazioni degli utenti, Microsoft ha spiegato come muoversi sul suo sito di supporto.

Leggi anche: Come installare Android su un computer Windows

Consiglia ovviamente di migrare a Windows 10, ma non solo. Coglie l’occasione allo stesso tempo per consigliare ai suoi utenti di sostituire il loro hardware e fornisce alcuni consigli per gli acquisti. E indovina quale tipo di dispositivo PC propone il marchio? Hai capito bene: i suoi dispositivi, quelli della gamma Surface.

Windows 7 è morto, Microsoft consiglia di scegliere un nuovo computer

Per la maggior parte degli utenti di Windows 7, si consiglia di scegliere un nuovo computer con Windows 10 Professional. Surface è più veloce e leggero, più potente e più sicuro e il suo prezzo medio è significativamente inferiore a quello di un computer medio di otto anni fa. Questo è ciò che possiamo leggere nella pagina dedicata alle aziende e intitolata Fine del supporto di Windows 7, passa a Surface.

Il messaggio che Microsoft intende inviare è inequivocabile. Successivamente, alla domanda “Posso aggiornare il mio computer a Windows 10?“, il gigante di Redmond ha risposto in questi termini: ” Raccomandiamo di non installare Windows 10 su un dispositivo molto vecchio [4 anni], poiché alcuni dispositivi Windows 7 non sono compatibili con Windows 10 o potrebbero funzionare con funzionalità limitate. Il messaggio è stato modificato qualche giorno fa.

Microsoft risponde quindi alla stessa domanda: “Per sfruttare le funzionalità hardware più recenti, ti consigliamo di optare per un nuovo computer dotato di Windows 10, come i computer della famiglia Surface. Un’altra soluzione è aggiornare i computer Windows 7 compatibili acquistando e installando una versione completa del software. 

Chiaramente, anche se Microsoft ammette che è possibile migrare da Windows 7 a Windows 10, l’editor consiglia innanzitutto di cambiare PC e di preferire un computer o un tablet Surface.

Attualmente, e secondo le statistiche di Statcounter o Netmarketshare, Windows 7 è ancora attivo su oltre il 26% dei computer in tutto il mondo. Si tratta di 400 milioni di computer da sostituire. Un duro colpo per l’ambiente, ma un colpo da maestro per l’economia?

Fonte: Microsoft

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*